ISPRA. Un’altra eccellenza italiana al Convegno di Labozeta – CNR Insean

ROMA, 20 luglio 2017  - Dopo l’adesione al Convegno organizzato da Labozeta e CNR Insean, “il mondo industriale e della ricerca si incontrano”  di Sapienza Innovazione, Sapienza Università e della Camera di Commercio di Roma si unisce  l’ISPRA, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale,  un’importante istituzione che rappresenta una vera e propria eccellenza italiana.

Si approfondiranno, quindi, temi di estrema rilevanza e attualità quali il REACH, acronimo di Registration, Evaluation, Authorisation of Chemicals, ovvero il Regolamento europeo in materia di sostanze chimiche.  Tale Regolamento ha l’obiettivo di garantire non solo un elevato livello di sicurezza nella gestione delle sostanze chimiche, ma anche di incentivare l’innovazione tecnologica, in particolare promuovendo lo sviluppo di sostanze più sicure.

L’ISPRA è l’Istituto scientifico di riferimento delle autorità nazionali per gli aspetti ambientali della norma, partecipa ai programmi europei di valutazione del rischio delle sostanze e, con i suoi esperti, interviene negli organismi scientifici dell’Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche (ECHA).

Nel convegno, in particolare, è previsto l’intervento di due esperti dell’ISPRA, l’Ing. Pietro Paris, che parlerà delle modalità con cui il Regolamento opera ai fini dell’evoluzione della sicurezza delle sostanze chimiche e la Dott.ssa Dania Esposito, la quale affronterà il tema delle nanotecnologie, illustrando lo stato dell’arte dei potenziali rischi dei nano materiali e di quanto si sta facendo per garantire la sicurezza nel loro utilizzo.

“Il REACH - precisa l’ingegner Paris - ha avviato un processo di screening delle sostanze presenti sul mercato per individuare quelle “estremamente preoccupanti”, con l’obiettivo di sostituirle, tali sostanze, infatti, potranno essere usate solo in mancanza di alternative e ove si dimostri di poterle utilizzare in sicurezza. I nuovi strumenti di gestione del rischio del Regolamento operano pertanto non solo sul fronte della sicurezza, ma anche su quello dell’innovazione. Nell’intervento si farà un primo bilancio dell’efficacia della normativa in questo senso, a dieci anni dalla sua entrata in vigore.”
“Le proprietà dei nanomateriali - afferma la dottoressa Esposito - aprono notevoli prospettive in termini di innovazione tecnologica, di progresso per la società, benefici per la salute umana e l’ambiente, d’altro canto, però, sono ancora poco conosciuti i possibili effetti di questi materiali sugli organismi. Le loro dimensioni, infatti, la elevata reattività e carica superficiale determinano comportamenti diversi, con rischi allo stato attuale molto poco conosciuti.”

CONVEGNO

Labozeta, CNR Insean il mondo industriale e della ricerca si incontrano
Open Innovation nel laboratorio 4.0. Sostenibilità e sicurezza nell’era delle tecnologie digitali

12 ottobre 2017

Centro Nazionale delle Ricerche I.N.S.E.A.N.

Riserva Naturale di Decima Malafede

Via di Vallerano, 139 00128 Roma

9,30 - 16,00

Un convegno quale opportunità per approfondire argomenti complessi, come la sicurezza e la sostenibilità, i rischi chimici e biologici, i consumi energetici e dell’inquinamento, il rapporto tra norme tecniche e giuridiche e gli ecosistemi. Si discuterà del processo di collaborazione tra pubblico e privato, di Open Innovation in un'ottica orientata verso l’Industria 4.0 nei molteplici settori industriali e di ricerca, dove le tecnologie applicate alla sensoristica, all’analisi, all’elaborazione, alla  trasmissioni dati mettono in moto un processo produttivo virtuoso.

L’evento è organizzato con la collaborazione di
Centro Nazionale delle Ricerche 

Forma Camera – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma per la formazione imprenditoriale

Sapienza Innovazione  -  Sapienza Università  - ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale


PER ISCRIVERSI ALL’INIZIATIVA CLICCARE QUI  (l'accettazione è subordinata alla disponibilità dei posti)
PER ACCREDITI STAMPA SCRIVERE A ufficiostampa@labozeta.it oppure chiamare  i seguenti numeri 06 920 940 083 - 338 4911077

CNR Insean Labozeta Spa 
Programma 9,00 - 16,00
(il programma potrebbe essere suscettibile a variazioni)

Benvenuto di dott. Ing. Emilio Fortunato Campana 
direttore del Dipartimento CNR Ingegneria, Ict e Tecnologie per l'energia e i trasporti

 dott. Giancarlo De Matthaeis presidente Labozeta Spa -  Ecosistema delle norme nel contesto europeo   

 dott. Ing. Francesco Salvatore -  Ricerca e sperimentazione delle energie rinnovabili  

Prof.ssa Roberta Curini Responsabile “Laboratorio Chimico per la Sicurezza”  La  Sapienza - Rischio chimico ricerca e sviluppo di nuove tecniche per l’identificazione di inalazione di contaminanti  BIO-VOC
dott. Ing. Elia Santoro R.S.P.P. Camera di Commercio di Torino - La gestione delle responsabilità nel DLG. 81   

dott. Ing. Pietro Paris   Responsabile Sezione Sostanze Pericolose ISPRA - Il REACH e l’innovazione tecnologica: la sostituzione delle sostanze pericolose

dott.ssa Dania Esposito, biologa ISPRA Sicurezza e nanotecnologie applicate


12.30       BRUNCH      

TOUR ALLA VASCA NAVALE  visita ai laboratori a agli impianti dell’Istituto tra i più grandi al Mondo. Partecipazione diretta all’esecuzione di una esperienza idrodinamica

dott. Ing. Claudio Lugli Primo ricercatore Insean CNR  - Esempi  di progettazione avanzata

dott. Ing. Marco Masia Direttore tecnico Insean CNR  - Esempi  di progettazione avanzata  

Prof. Antonio Carcaterra Presidente Sapienza Innovazione - Industria 4.0 Ricerche avanzate, sistemi robotizzati, modelli integrati

Prof. Giuseppe D’Ascenzo - Sicurezza Chimica  

Resp. Ufficio Stampa e Comunicazione
Alessandro Ambrosin
ufficiostampa@labozeta.it
alessandro_ambrosin@labozeta.it
+39 338 4911077