Dall’Istituto Gerini di Roma iparte la sfida del lavoro dal ’ Meeting “Sinergie Scuola &  Impresa”

22ROMA - Si è svolto nel pomeriggio di venerdì 18 ottobre nella “Sala Rinaldi” il primo meeting “Sinergie Scuola & Impresa” all’Istituto Gerini, centro di formazione professionale del Cnos-Fap Regione Lazio - Centro Nazionale Opere Salesiane – Formazione Aggiornamento Professionale- .

Un evento, a cui hanno partecipato molteplici realtà imprenditoriali del territorio al fine di promuovere un rinnovato sistema di apprendimento per i giovani e le aziende. L’obiettivo del meeting è stato quello di valorizzare e fidelizzare il rapporto con le aziende che da decenni conoscono il Centro, grazie alla positiva e consolidata esperienza degli stages di tanti allievi con l’idea di intraprendere una nuova modalità sinergica più fattiva e permanente, attraverso una conoscenza diretta all’interno delle strutture.
Moltissimi i giovani coinvolti per l’occasione sotto la guida del Prof. Ing. Roberto Cioeta, in particolare quelli del IV anno che hanno già consolidato una certa esperienza nel campo elettronico e informatico e della robotica educativa.
Le aziende hanno apprezzato ed incoraggiato il lavoro didattico svolto finora esprimendo l’importanza che assumono queste iniziative portatrici di arricchimento e di confronto. Valori indispensabili per interagire con le imprese presenti, molte delle quali operano a livello internazionale.
Le aziende che hanno partecipato sono prevalentemente coinvolte nei settori di progettazione, realizzazione, installazione e manutenzione elettro medicale, dell’avionica, sicurezza informatica ed integrata, sistemi sicurezza e videosorveglianza, videogames, elettronica avanzata, in ambito militare, della protezione dati e dei laboratori scientifici.
Diversi ospiti hanno espresso la volontà di ripetere questo interessante momento di incontro che incoraggia sia le imprese che i giovani studenti ad un impegno reciproco, affinchè l’intesa tra scuola e impresa si rafforzi ulteriormente.

“Questa iniziativa - afferma l’Ing. Cioeta - si è rivelata un percorso necessario proprio per lo scopo che questo istituto rappresenta, ovvero favorire l’inserimento di giovani nel tessuto sociale e lavorativo, anche grazie al minuzioso lavoro organizzativo del Responsabile di stage Giorgio Sbaffoni. Il nostro CFP  si rivolge alle aziende per inserire stagisti e tirocinanti, dando vita ad un processo di innovazione e di cambiamento nella didattica digitale in modo da integrare professionalità e innovazione pedagogica”.
“Ogni significativo processo di cambiamento – precisa il direttore regionale Fabrizio Tosti –comporta il coinvolgimento e l’interazione di molteplici attori”. La globalizzazione obbliga perciò ad essere flessibili e ad allargare lo sguardo sulla molteplicità, specificità e localizzazione dei settori tecnologici presenti nel mercato. E’ doveroso, quindi, relazionarsi e attivare il cooperative learning anche fra Centri di formazione, Scuole, Aziende, Enti del Terzo settore, Istituzioni pubbliche e private, nazionali e transnazionali.
La Federazione Nazionale del Cnos-Fap, sulle orme di Don Bosco, è attenta alle esigenze della formazione dei giovani, ha da tempo siglato accordi nazionali con numerose e importanti società e aziende nazionali ed europee, per far sì che gli allievi dei Cfp dei Salesiani siano introdotti alle tecnologie più aggiornate già durante la formazione iniziale ed essere più preparati a lavorare.